Post in evidenza

William Bill Ramsey: il lupo mannaro di Southend

Un caso molto particolare, tra i tanti a cui indagarono i coniugi Warren , è quello che prese il nome di "Il lupo mannaro di Southend&q...

02 agosto 2021

La Shadow Doll

 





Abbiamo spesso parlato dei famosi demonologi Ed e Lorraine Warren e dei casi che hanno trattato e da cui hanno tratto ispirazione tantissimi film a tema horror. Uno dei nostri post, per esempio, parla della bambola Annabelle, una bambola di pezza posseduta da un demone alquanto potente e pericoloso. Ma la bambola Annabelle non è stata l'unica ad essere oggetto delle attenzioni dei Warren. Ce n'è un'altra, che attualmente si trova nel Warren's Occult Museum, la famosissima Shadow Doll. A differenza di tutte le altre bambole dall'aspetto innocente e rassicurante, infatti, la bambola Shadow ha un aspetto cupo e sgradevole. Non è nota l'origine di questa bambola, né tanto meno il motivo del perché fu creata con queste sembianze, ma i Warren affermarono che fosse stata utilizzata principalmente in riti satanici, e che la sua creazione fosse avvenuta per mezzo della magia nera, usando ossa umane, denti e unghie di origine animale. Si narra anche che, se questa bambola appare nei tuoi sogni, è altamente probabile che sia un incubo. Alta solo pochi centimetri, la Shadow Doll indossa un mantello nero e la sua testa è ricoperta da una strana chioma formata da centinaia di piume di corvo. La sua bocca è perennemente aperta, come se avessero voluto rappresentarla intenta in un urlo sempiterno.
I suoi occhi, minuscoli e inquietanti, è come se fossero alla ricerca dell'anima e delle paure più recondite di chi si azzarda anche solo a incrociarne lo sguardo. A differenza di Annabelle, la Shadow Doll è terrificante fin dal suo aspetto, ma stranamente, nel museo, è esposta senza alcuna teca protettiva. Questa bambola maledetta diffonde il suo male in modo insolito, ma non per questo meno efficace. Si dice che chiunque osi scattarle una foto, questa poi appaia nei suoi sogni, trasformandoli in veri e propri incubi. Chiunque l'abbia creata non l'ha fatto con l'intento di dar gioia ai bambini o per un semplice scherzo o ornamento di Halloween, no, chi l'ha fatta voleva far del male in maniera segnante a coloro che ne avessero avuto a che fare.




Una leggenda narra che alcune persone, dopo averla sognata, ne fossero rimaste talmente scosse da aver avuto un attacco di cuore. Si sa davvero ben poco del suo passato, le poche notizie giunte fino a noi provengono da ciò che sono riusciti a trovare i Warren con le loro ricerche e da un venditore di oggetti antichi, che essendo entrato in possesso di questo pericoloso oggetto, era riuscito a piazzarlo vendendolo a una coppia di collezionisti che erano rimasti colpiti dalle sue sembianze mentre curiosavano tra le cianfrusaglie impolverate di quel negozio. Dopo l'acquisto, però, erano cominciati i primi problemi. I due coniugi avevano iniziato a fare strani incubi e parlandone insieme, avevano capito che i loro non erano semplici incubi, ma avevano lo stesso incubo in comune, legato alla bambola Shadow. Inoltre il marito si era ritrovato con dei graffi su tutta la schiena e sul collo, a prima vista causati da mani e dita così piccole che potevano risalire solo alla bambola. 




A quel punto, i due si convinsero di contattare i Warren e affidare loro la Shadow Doll. 
Una delle paure che all'epoca convinse Lorraine Warren a prendere la bambola era legata alla magia nera che era stata utilizzata per crearla, una magia talmente potente che, se venisse distrutta, ciò che è stato relegato al suo interno sarebbe libero di accedere al nostro piano dimensionale e, di conseguenza, al nostro mondo.




Nel video di Lorraine Warren e del suo Warren's Occult Museum, al minuto 1:49 viene mostrata la bambola Shadow.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono sempre apprezzati, purché rispettino la natura del blog. Eventuali commenti offensivi o inopportuni non verranno pubblicati.